Si rinnova profondamente la gamma Audi A3, che può contare su di un design ancora più muscolare e dinamico ove lo spoiler anteriore sottolinea l’impronta a terra dell’auto, un effetto sottolineato anche dai gruppi ottici posteriori privi di sbalzi, dal nuovo paraurti e dall’estrattore ridisegnato. L’assetto di Audi A3 allstreet è rialzato di 30 mm rispetto ad Audi A3 Sportback e Audi A3 Sedan, una caratteristica che favorisce l’accessibilità e porta in dote una posizione di guida dominante nonché una taratura specifica di molle e ammortizzatori. La vettura adotta di serie cerchi in lega da 17 pollici sin dal primo livello di allestimento.
In abitacolo spiccano il nuovo selettore del cambio, le bocchette di ventilazione ridisegnate, gli inserti decorativi in tessuto e la rinnovata illuminazione.Sotto il profilo della digitalizzazione l’equipaggiamento di serie include la radio digitale DAB+, il display touch da 10,1 pollici dell’MMI, il cruscotto digitale Audi virtual cockpit e l’Audi phone box light per la ricarica induttiva dello smartphone. Il sistema di navigazione MMI plus con MMI touch è di serie per Audi A3 allstreet, così come l’Audi smartphone interface corredata dell’App Store. Integrato nel sistema di comando MMI anche l’assistente vocale Amazon Alexa, basato sul cloud.
Al lancio, la nuova gamma Audi A3 è proposta con due motorizzazioni a 4 cilindri sovralimentate mediante turbocompressore e abbinate alla trasmissione automatica a doppia frizione S tronic a 7 rapporti: 2.0 (35) TDI da 150 CV e 360 Nm di coppia e 1.5 (35) TFSI da 150 CV e 250 Nm. Quest’ultimo con tecnologia mild-hybrid a 48 Volt.
Oltre all’air bag anteriore centrale, la dotazione di serie include l’assistenza al mantenimento della corsia e la frenata automatica d’emergenza basata sull’interazione tra radar e telecamere. Le medesime tecnologie di rilevamento ambientale supportano il collision avoid assist (che assiste il guidatore nell’evitare un ostacolo individuando una traiettoria alternativa) e che integra l’assistente alla svolta.Tra le tecnologie predittive spicca l’adaptive cruise assist che supporta il conducente regolando automaticamente la distanza dal veicolo che precede e contribuendo, mediante lievi interventi correttivi allo sterzo, a mantenere direzionalità e centralità all’interno della corsia, anche in caso di restringimenti della carreggiata, sino a una velocità di 210 km/h. Il sistema integra la funzione di cambio corsia assistito che (in autostrada ad andature superiori a 90 km/h) indica se e in quale direzione sia possibile cambiare corsia tramite delle frecce bianche all’interno del quadro strumenti e dell’head-up display.