La EHS è tra le colonne portanti del successo MG,
un marchio di grande storia e blasone
dal 2007 in mano ai cinesi di SAIC Motor

“Cento anni fa, MG ha conquistato gli appassionati di tutto il mondo, realizzando l’auto sportiva per tutti e trasformando in realtà i sogni. Siamo ancora impegnati in quella visione di offrire auto accessibili, innovative e posizionarci come la migliore proposta in tutti i segmenti di mercato”.

Questo è stato il commento di Andrea Bartolomeo, Vice Presidente e Country Manager di MG Italia, in occasione delle prime celebrazioni per il centenario dell’iconico marchio inglese.
Per chi ha qualche capello bianco in testa MG è (tuttora!) sinonimo di piccole, veloci e amatissime spider britanniche e Morris Garage il luogo che, con le sue inziali, ha dato il nome ad una dinastia di vetture indimenticabili.
Dall’originale MG 14/28 Super Sports (progettata 100 anni or sono dal leggendario Cecil Kimber) in avanti, la “factory MG” si è distinta per la produzione di auto sportive, emozionanti e sempre divertenti da guidare.    Ma la cronaca di oggi ci racconta che MG ormai non è più inglese dal 2007, in seguito all’acquisizione del marchio da parte del gruppo cinese SAIC Motor (che figura tra i dieci maggiori costruttori al mondo), che ha provveduto al

suo rilancio su scala planetaria. Una missione che si può definire di grande successo anche se non ancora del tutto compiuta.                                                          E pure in Italia MG sta ottenendo lusinghieri risultati, basti pensare che oggi la rete conta 60 MG Store per un totale di 120 punti vendita e assistenza.

La EHS protagonista di questo servizio è tra le colonne portanti di questo successo. Giunta alla sua seconda generazione, l’auto è stata oggetto di un azzeccato restyling nel corso del 2023 ed è ormai un’attrice di primo piano del mercato dei C SUV, il segmento più importante per il mercato italiano. Grazie ad un buon rapporto “qualità/prezzo” sta rapidamente conquistando larghe fasce di utenti (è parecchio apprezzata anche per le flotte aziendali) e recentemente ha saputo conquistare anche il titolo di auto più venduta nel Regno Unito.

Aggiungere contenuti al prodotto, per diventare l’auto più competitiva per il suo valore nel segmento di appartenenza, è la missione che da sempre caratterizza MG e va detto he la EHS ci riesce quasi alla perfezione.

Lo stile è deciso e più sportivo rispetto alla vecchia versione, ma l’auto ha acquistato anche in eleganza e funzionalità. Le dimensioni sono adatte al panorama italiano: generose ma senza esagerare, in modo da renderla utilizzabile senza imbarazzo anche nei centro storici più angusti. La lunghezza è 4.610mm, larghezza 1.876mm e altezza di 1.685mm (da terra 145mm) mentre il passo è di 2.720mm.

A nostro parere il frontale è la parte più riuscita e adotta una griglia satinata con un nuovo motivo, incorniciata in un profilo a contrasto. Ben disegnati anche i gruppi ottici e c’è da notare che la tecnologia a LED di SAIC LIGHT TECHNOLOGY, di cui sono dotati, è oggi standard su tutti gli allestimenti. Gli indicatori di direzione inseriti nel gruppo ottico presentano un andamento verticale e sottolineano la dinamicità del design. Interessante pure la protezione sottoscocca che completa l’effetto sportività che rimanda alle radici del brand MG e nel posteriore troviamo una nuova firma luminosa che ricorda alcuni elementi della “Union Jack”.
Luxury e Comfort gli allestimenti disponibili e alla Luxury sono riservati i cerchi da 18” a cinque razze con nuovo look.

Anche gli interni convincono. Di stile elegante (senza essere eccessivo) l’abitacolo garantisce un viaggio estremamente confortevole, grazie a una dotazione che già nella versione standard include sedili anteriori riscaldati (con regolazione elettrica della posizione) e specchi ripiegabili elettricamente.

La tecnologia di bordo supporta e agevola il guidatore anche grazie ai sensori parcheggio anteriori e posteriori, al sistema di navigazione e alla connettività che prevede Android auto & Apple carplay.
L’infotainment dispone di un hardware aggiornatissimo con una risposta pronta e funzionale e apprezzabili elementi grafici.

La MG EHS oggetto di questo servizio offre tutti i vantaggi della tecnologia plug-in hybrid ed è capace di un’autonomia fino a circa 50 chilometri in “elettrico puro”, a zero emissioni. Abbina alle prestazioni del 1.5 Turbo GDI un motore elettrico da 90 kW di potenza, alimentato da una batteria da 16,6 kWh, che fa salire la potenza complessiva di sistema a 258 CV, con emissioni (dichiarate dalla Casa) pari a 43 gr CO2/km. Il tutto è accoppiato ad un cambio intelligente a 10 velocità.
Sulla versione HS è disponibile invece un’unità 4 cilindri in linea, 1.5 Turbo GDI benzina da 162 CV / 119 kW con cambio manuale da 6 rapporti o, in alternativa, un cambio a doppia frizione da 7 rapporti.

In viaggio la EHS non delude e non mette mai in imbarazzo. Unico motivo di riflessione è la frenata rigenerativa, sovente eccessiva e che costringe a farci un po’ l’abitudine. Per il resto tutto ok… certamente un po’ più di sprint non sarebbe male (visto che parliamo comunque di una MG) ma non sono certo le prestazioni da sportiva ciò che si cerca in un SUV.
La sicurezza rappresenta un punto cardine per MG e va sottolineato che entrambe le versioni di questo SUV offrono la consolle MG Pilot, che racchiude un’ampia gamma di sistemi avanzati di assistenza alla guida, tra cui Adaptive Cruise Control, Blind Spot Information System, Forward Collision Warning, Automatic Emergency Braking, Lane Departure Warning e una telecamera a 360 gradi.

Da ricordare infine la garanzia di fabbrica offerta da MG di 7 anni / 150.000 chilometri, che si applica all’intero veicolo, comprese le componenti elettriche, come la batteria agli ioni di litio e il motore elettrico. Anche la garanzia anti-perforazione ha durata 7 anni e in questo caso particolare senza limite di chilometraggio.
Per la plug-in il prezzo chiavi in mano è di 36.590 euro per la versione Comfort e 39.390 euro per la versione Luxury. Per le versioni con motore a benzina i prezzi sono rispettivamente di 27.490 euro e 30.290 euro.

La nuovissima MG3 è invece una citycar ibrida di segmento B, tecnologicamente avanzata, offerta in tre allestimenti, tutti accomunati dal nuovissimo powertrain Hybrid+.
La vettura appare compatta e maneggevole, offre un equipaggiamento di livello elevato e generosità di spazio nell’abitacolo (ai vertici della categoria) ed è spinta da un sistema ibrido che prevede l’installazione di una batteria più grande e di un motore elettrico più potente,
Il sistema è composto da cinque elementi chiave: motore endotermico, trasmissione, batteria, motore elettrico e generatore. Il risultato è grande attenzione all’efficienza ma anche prestazioni interessanti, quali l’accelerazione più rapida della categoria, con un valore di 8 secondi nell’intervallo da 0 a 100 km/h. Notevole anche l’accelerazione da 80 a 120 km/h in soli 5 secondi.
Con una potenza di sistema fino a 143 kW (197CV), la MG3 Hybrid+ offre consumi combinati pari a 4,4 l/100 km ed emissioni di 100 g/km di CO2.
MG3 è dotata di un motore a benzina da 1,5 litri da 75 kW (102CV) e di un motore elettrico da 100 kW (136CV), oltre che di un generatore separato che consente di ottimizzare il recupero in frenata.