Arrivano le auto firmate Forthing, un brand cinese di qualità e affidabile,
che giunge da noi forte di una struttura commerciale di primo livello

“Si amplia la platea dei Soci UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri): l’Assemblea del 9 maggio scorso ha approvato la richiesta di adesione presentata dalla società TC8 Srl che è diventata una delle 41 aziende associate all’UNRAE. L’azienda commercializza autovetture a marchio Forthing mettendo al suo servizio le competenze maturate in questi anni in ambito di relazioni istituzionali, di servizi di analisi dei dati, di studio e di ricerca nel settore automotive”.
Recita così il comunicato di UNRAE che da il benvenuto nella penisola alle vetture Forthing.
Se ben ricordate, solo poco tempo fa, quando un marchio cinese si affacciava sul mercato italiano, il seguito di alzate di spalle e risolini ironici era assicurato. Ma in questi ultimi due anni questi nuovi arrivi si sono moltiplicati e ormai hanno conquistato credito e attenzione.
Ed è proprio con grande attenzione che, in questi giorni, viene seguito lo sbarco del brand Forthing, un marchio automobilistico cinese di segmento medio/alto.

Del resto, l’importanza e la serietà del progetto di importazione e distribuzione sono confermati dai due attori italiani: la società TC8 e il Gruppo FTH9, di cui TC8 fa parte.
Del Gruppo FTH fanno parte anche Tomasi Auto e Noleggiare. La prima è realtà molto nota e affermata da molti anni nella distribuzione di autoveicoli plurimarca e la seconda come primario player nel settore del noleggio.
Il progetto TC8 nasce recentemente, nel 2021, per importare e distribuire un prestigioso marchio cinese, e nel novembre 2023 è stato raggiunto l’accordo con Forthing.
TC8 si appresta quindi ad importare e distribuire i veicoli Forthing in partnership con una rete di operatori già fidelizzati e il principale obiettivo aziendale appare quello di selezionare e offrire i migliori prodotti a prezzi competitivi, con servizi di alta qualità e soluzioni di distribuzione innovative che possono essere implementate utilizzando le altre società del Gruppo.

Forthing è un brand appartenente al Gruppo Dongfeng Liuzhou Motor Co. Ltd., che è tra i primi quattro gruppi automobilistici cinesi (holding controllata da Dongfeng Automobile Group Co. Ltd.) e ha sede a Liuzhou (Guangxi). Attualmente il gruppo conta oltre 121.000 dipendenti, un valore patrimoniale totale di circa 521 miliardi di RMB ed una capacità produttiva di 2,5 milioni di veicoli. Si pensi che il solo marchio Forthing ha una capacità produttiva di oltre 500.000 veicoli all’anno.
A questo proposito dichiara Franco Tomasi: “Abbiamo scelto di importare e distribuire un marchio cinese per anticipare e cavalcare una tendenza. Con i nuovi marchi cinesi vediamo il ripetersi di fenomeni che hanno già visto protagonisti i marchi giapponesi e coreani nei decenni scorsi. Con la differenza che quelli cinesi di oggi sono molto più avanti, sia nel numero che nelle capacità e qualità produttive. Per il momento il nostro progetto si ferma alla importazione e distribuzione, senza idee di private label”.                           Il target commerciale è quello di arrivare a vendere circa 5.000 vetture all’anno, con la consapevolezza che occorrerà un biennio per arrivare a questo risultato con la gamma attuale, che prevede due linee di prodotto e tutte le tipologie di motorizzazioni (termico, GPL, full-hybrid e Full-Electric). Prossimamente arriverà un terzo modello elettrico e in partnership con casa madre si lavorerà su ulteriori prodotti idonei al nostro mercato.

Inizialmente con la commercializzazione punta su due piattaforme di prodotto Forthing:
– quella denominata T5 per i modelli crossover/SUV di medie dimensioni del segmento C, da cui prende il nome il prodotto di punta. La gamma T5 dispone di tutte le tipologie di powertrain: benzina, dual fuel benzina/GPL, full-hybrid HEV e full-electric EV;
– la piattaforma U-Tour, che contraddistingue i veicoli MPV di dimensioni più generose in configurazione a 5e 7 posti, sempre con un’ampia scelta di powertrain: inizialmente con le versioni termiche a benzina e dual fuel, e nella seconda parte dell’anno anche con la motorizzazione full-hybrid HEV.
Di questo modello verrà realizzata anche una versione “autocarro” N1 omologata per 5 posti.

I prezzi della gamma Forthing partono da 32.900 euro, IVA e messa su strada inclusa mentre la garanzia è di 5 anni / 150.000 km e 5 anni di assistenza stradale inclusi nel prezzo. Per parte sua la batteria di trazione è coperta da una garanzia di 8 anni o 160.000 km.

La piattaforma T5 SUV di medie dimensioni del segmento C, contempla due modelli: T5 EVO con motori benzina e dual fuel GPL e la T5 HEV full-hybrid.
I due modelli si differenziano nel design per sostanziali interventi nella parte frontale e nelle fiancate, oltre che per la meccanica, che vede l’utilizzo di propulsori con caratteristiche diverse. Differiscono tra loro anche per alcune variazioni negli equipaggiamenti.
Il design frontale della Forthing T5 è molto aggressivo, dinamico e molto lavorato nel gioco dei vuoti e dei pieni, a conferma il suo carattere sportivo. Gli interni sono molto curati, dominati dal grande display multimediale touch. La tecnologia rappresenta lo stato dell’arte, sia in termini di efficienza, sia di sicurezza, sia di interfaccia uomo/macchina: è dotata dei più recenti dispositivi per la guida autonoma di livello II.
Il design è opera del tedesco Hans-Henning Knoepfle e racchiude una visione e propria concezione di fiducia, gusto, innovazione ed eleganza, fuse insieme per dare vita ad un effetto visivo dove tutto è nuovo.

I particolari fari full LED garantiscono un eccellente luminosità a fronte di un bassissimo consumo di energia. La calandra, grintosa, che si estende su tutto il frontale, si abbina perfettamente con i profili delle luci diurne. La linea discendente del tetto panoramico, apribile elettricamente, conferisce dinamicità, sportività e si sposa bene con i cerchi da 19 pollici e con il posteriore, caratterizzato dai quattro terminali di scarico.
T5 EVO e T5 HEV sono disponibili con una ampia gamma di colori a tinta unita e anche dual color.
Per quanto riguarda l’abitacolo, è da vettura alto di gamma: lussuoso, luminoso, razionale, in grado di ospitare confortevolmente cinque persone.
L’eleganza è in ogni dettaglio. I sedili in eco-pelle sono regolabili elettricamente, e non c’è nessun tunnel centrale posteriore a togliere spazio davanti alle gambe dei passeggeri. T5 HEV ha invece interni più sportivi ed è dotato di sedili Sport Edition.
Il doppio display da 10,25 pollici di facile utilizzo e la consolle centrale, mettono subito a proprio agio chi guida. Gli equipaggiamenti sono quanto di più completo e allo stato dell’arte il cliente possa desiderare, anche dal punto di vista dei dispositivi di sicurezza attiva e passiva, con 8 air-bag, dispositivi ADAS e guida autonoma di livello II. Va anche sottolineato il fatto che l’auto, in Cina, ha ottenuto 5 stelle nei test C-NCAP.
In definitiva, la piattaforma Forthing T5 configura un prodotto di fascia alta, per design, qualità, dotazioni e tecnologia. Senza compromessi, ma con un prezzo competitivo, un design unico, prestazioni eccellenti, avanguardia tecnologica e plurime possibilità di alimentazione.

E se le tre lettere del nome T5 EVO stanno a significare Evolution, Vitality, Organic, la vettura è disponibile con motore a benzina e “dual fuel” benzina/GPL, con impianto italiano di primo livello, in modo da poter sfruttar anche tutte le facilitazioni riservate a questo tipo di alimentazione, che consente significativi benefici economici, oltre che in termini di riduzione dei consumi e delle emissioni.
T5 HEV aggiunge ovviamente tutti i vantaggi della motorizzazione ibrida.
Per quanto riguarda le specifiche tecniche, T5 EVO ha un motore 1.5 da 177 CV (130 kW) Euro6e che offre tanta grinta ben assecondata dalla trasmissione automatica a 7 rapporti con tre modalità di guida (Eco, Sport e Normal). T5 HEV ha un powertrain full-hybrid con motore TGDI che abbinato al propulsore elettrico garantiscono oltre 240 CV (125+55 kW), omologato in base agli standard Euro6e, con un consumo di 6,1l/100 km nel ciclo combinato ed emissioni di 142 g/km di CO2. La batteria di trazione di T5 HEV è coperta da una garanzia di 8 anni o 160.000 km.

E passiamo all’U-Tour, un veicolo MPV dalle dimensioni importanti (4,85 metri di lunghezza), disponibile in configurazione a 5 o 7 posti, con motore termico a benzina e dual fuel GPL, mentre nella seconda parte dell’anno sarà disponibile anche la motorizzazione full-hybrid HEV.
Si distingue per una linea fluida e aerodinamica, con un frontale di carattere, che asseconda la grande abitabilità e si inserisce nel filone dei monovolume ma reinterpretato in chiave moderna; un mezzo familiare per antonomasia, ma allo stesso tempo anche il veicolo perfetto per un utilizzo in ambito professionale.
U-Tour è estremamente spazioso, innovativo e sicuro. Anche nella versione a 7 posti, grazie alla disposizione ingegnosa dei sedili su tre file (2+2+3), ogni passeggero sperimenta, spazio, lusso e comfort di alto livello. I sedili, ventilati e riscaldati, si spostano in maniera intelligente per facilitare l’accesso. Quelli della seconda fila sono a scorrimento laterale, mentre nella terza sono reclinabili e abbattibili.

All’interno spicca l’utilizzo di materiali pregiati (come la pelle) e il design distintivo. Le dotazioni sono complete, con tetto panoramico apribile elettricamente, telecamera 360°, fari a LED, schermo touch da 10,25 pollici e anche i tavolini dietro ai sedili della prima fila.
Gli equipaggiamenti sono quanto di più completo si possa immaginare, anche dal punto di vista dei
dispositivi di sicurezza attiva e passiva, con 10 air-bag e numerosi dispositivi ADAS e guida autonoma di livello II. U-Tour ha ottenuto in Cina le 5 stelle nei test C-NCAP.
U-Tour è spinto dal motore 1.5 da 177 CV Euro6e, la trasmissione è DCT automatica a 7 rapporti con tre modalità (Eco, Sport e Normal), e consumi ed emissioni pari a 7,5 l/100km nel ciclo combinato e 173 g/km di CO2.

Infine rimane da segnalare il suv Friday EV, che arriverà verso fine 2024. Si tratta di un’automobile completamente elettrica, con una potenza di picco di 150Kw ed un’autonomia di oltre 500 km, equipaggiato con le più evolute tecnologie per offrire il miglior comfort di guida.                                                                          Ecologia, stile e innovazione si incontrano per creare un’auto unica, con 8 air-bag, dispositivi ADAS e guida autonoma di livello II.

L’azienda all’origine del gruppo, Tomasi Auto, nasce nel 1997, unendo La grande esperienza di Giancarlo Tomasi e la visione commerciale del figlio Franco. Per scelta, il Gruppo FTH ha sempre voluto rimanere indipendente con l’obiettivo di volersi affermare con il proprio marchio.
Nel 2013 nasce Noleggiare, società che offre servizi di noleggio e riconosciuta tra i maggiori a livello Nazionale (con una flotta di oltre 12.000 veicoli e 60 uffici dislocati sul territorio italiano) e la volontà di operare presto anche all’estero.

Il modello distributivo di TC8 per Forthing si avvale di tre canali: una rete di concessionari multibrand, la vendita online e il noleggio. I punti assistenza sono già oltre 60, e arriveranno a 130 entro l’inizio del 2025. TC8 provvederà anche alla nomina di service diretti nelle aree geografiche non coperte adeguatamente dai dealer, per arrivare a circa 150 service autorizzati.
Avere un sistema di assistenza efficiente è uno dei pilastri fondamentali; in questo modo TC8 garantisce una puntuale gestione dell’assistenza, disponibilità dei ricambi e formazione dei tecnici.